> Rassegna 2008

> Rassegna 2009

> Rassegna 2010

> Rassegna 2011

> Rassegna 2012

> Rassegna 2013

> Rassegna 2014

> Rassegna 2015

> Rassegna 2016

> Rassegna 2017

> Rassegna 2018

 

RASSEGNA 2016

Come da programma il giorno 30 aprile 2016 ha avuto luogo, presso l’aula consiliare del Comune di Sinnai, la 9^ edizione della rassegna corale denominata “Is Duas Columbas”, dedicata agli amici Stefano Boassa e Felice Schirru scomparsi nel 2007, ed organizzata dalla nostra Associazione. Oltre S’Arrodia, hanno fatto parte della manifestazione il Coro “Le Due Valli” di Alzano Lombardo, centro a pochi chilometri da Bergamo con il quale abbiamo stretto l’ennesimo gemellaggio, ed il Coro di Nuoro, primo in assoluto ad aver proposto il canto popolare sardo con coro a quattro voci. Come ormai consuetudine, la manifestazione è stata anticipata dalla Santa Messa celebrata in ricordo di Stefano e Felice, presso la Parrocchia di Santa Barbara, ed è stata animata dai Cori S’Arrodia e Le Due Valli.


Dopo una breve introduzione al tema della serata e al cospetto di un pubblico che, con nostra grande soddisfazione, è accorso numerosissimo tanto da riempire la sala sia nei posti a sedere che in piedi, S’Arrodia ha dato inizio alla Rassegna proponendo quattro brani del proprio repertorio Sinnaese, scritti dal nostro poeta Ignazio Cappai e dallo scrittore e poeta estemporaneo Francesco Contini; le armonizzazioni sono invece del nostro direttore Maurizio Boassa. E’ stata poi la volta del Coro “le Due Valli” diretto dal M° Aurelio Compagnoni; il Coro Bergamasco ha proposto diversi canti della propria tradizione e di quella Alpina, alternando sapientemente orecchiabili filastrocche con brani più impegnati, il tutto condito da una brillante presentazione che ne ha illustrato i temi strappando più volte risate e applausi. Gli amici lombardi hanno concluso la loro esibizione omaggiando la platea con un Campidanese “Iandemironai” in versione alpina. Terzo in scaletta è stato il coro di Nuoro che, come già detto, è il coro che per primo ha espresso un genere di canto che, evolvendo il canto “a tenores” e “a cuncordu” a quattro voci pari per coro maschile, non solo ha dato vita a brani destinati a rimanere per sempre nella storia della tradizione sarda, ma ha dato ispirazione a tutti i cori di musica popolare di cui anche noi facciamo parte. Grande è stata l’emozione suscitata nel pubblico nell’ascoltare i famosissimi brani proposti e ancor più grande nell’ascoltare, in un silenzio surreale, le parole del suo storico direttore il M° Giampaolo Mele che, nonostante le precarie condizioni di salute, ha presentato le proprie composizioni con parole forti e toccanti senza nascondere qualche lacrima sfuggita spontaneamente mentre parlava dei brani dedicati a moglie e figlio scomparsi. Il pubblico ha apprezzato tantissimo dedicando al decano del canto polifonico sardo una lunga standing ovation.

La serata si è conclusa con i consueti scambi di doni e saluti e con i tre cori uniti nell’esecuzione del “Signore delle cime” in onore di Stefano e Felice. La Rassegna ha quindi soddisfatto ampiamente quelli che erano gli obiettivi dell’Associazione sia in termini di qualità della musica espressa sia in termini di coinvolgimento del pubblico, vero “termometro” sulla riuscita dell’evento. Riteniamo questa 9^ edizione una delle più riuscite ed emozionanti della nostra pur breve storia.


 

 

 

Contatti   -   Links   -   Sinnai

 

Tutto il contenuto presente su questo sito è proprietà del Coro Polifonico Maschile S'Arrodia - C.F. 92155730929 -  webmaster uv7pwh